L'inchiesta

Arrestato direttore dei lavori, aveva chiesto denaro per un appalto pubblico

Il lavoro degli inquirenti è stato coordinato dalla Procura della Repubblica di Ivrea.

Arrestato direttore dei lavori, aveva chiesto denaro per un appalto pubblico
Settimo, 25 Febbraio 2020 ore 18:37

Arrestato direttore dei lavori di un impianto pubblico dalla Guardia di Finanza. L’accusa è di concussione.

Arrestato direttore dei lavori

E’ un professionista residente nella provincia di Torino l’uomo che è stato arrestato dalla Guardia di Finanza della Tenenza di Fossano. Le attività di indagine sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Ivrea e sono partite dalla denuncia di un imprenditore del saviglianese, nella provincia di Cuneo.

Le accuse

L’accusa è particolarmente grave: concussione. Secondo le ricostruzioni dei militari della Guardia di Finanza il direttore dei lavori di un’opera pubblica della provincia, aveva presentato all’imprenditore alcune richieste indebite di denaro. L’ingegnere, incaricato dal Comune di Ivrea, procrastinava volutamente la predisposizione degli Stati Avanzamento Lavori, che avrebbero consentito alla ditta saviglianese di vedersi corrisposto quanto dovutole per le lavorazioni eseguite facendo, nel contempo, pressanti richieste di denaro all’imprenditore.

La modalità di concussione

Secondo quanto è stato ricostruito dagli inquirenti, l’imprenditore saviglianese si è visto costretto a elargire la somma di 8 mila euro in 2 tranche al fine di non incorrere nella risoluzione a suo danno del contratto ed il conseguente accollo delle penali. Ciò in quanto i lavori venivano continuamente variati dall’ingegnere, con il solo fine di costringere l’imprenditore a consegnargli il denaro richiesto e solo successivamente certificare la conclusione dei lavori del cantiere.

Il blitz

I militari della Fiamme Gialle, però, erano appostati nelle immediate vicinanze dei locali dove si sarebbe tenuto l’incontro e, all’uscita dall’edificio dell’ingegnere, i finanzieri lo hanno sorpreso con un plico di banconote (6 mila euro) all’interno del soprabito. Il successivo riscontro dei numeri seriali del denaro contante ha permesso di appurare che erano esattamente le stesse che i militari avevano precedentemente provveduto ad annotare.

E’ stato arrestato

Il professionista incaricato dal comune e responsabile della concussione ai danni di un imprenditore, quindi, è stato arrestato in flagranza di reato. Misura che è stata successivamente convalidata dal Gip del Tribunale di Cuneo. Nei confronti del professionista, quindi, è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari. Il fascicolo è stato prontamente trasmesso alla Procura della Repubblica di Ivrea.

 

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DE LA NUOVA PERIFERIA

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale La Nuova Periferia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità