Insospettabile in manette

Armi, coltelli e contabilità da usuraio: insospettabile di 76 anni arrestato dai carabinieri IL VIDEO

Un anziano di 76 anni custodiva pistole, munizioni, coltelli e un vero e proprio registro con nomi e somme di denaro prestate. Si indaga anche per usura.

Armi, coltelli e contabilità da usuraio: insospettabile di 76 anni arrestato dai carabinieri IL VIDEO
Torino, 14 Agosto 2020 ore 15:11

Un anziano di 76 anni, insospettabile, è stato arrestato dai carabinieri. In casa sua armi, coltelli e anche un calendario della contabilità da usuraio.

Armi, coltelli e munizioni in casa

Nella sua abitazione custodiva una pistola semiautomatica Herstal calibro 7,65 (intestata a una persona deceduta nel 2001), un revolver calibro 22 privo di marca e matricola, un coltello da caccia e una grandissima quantità di munizioni. Un totale di 146 proiettili di calibro 7,65, 22 e 9x21mm. Tutto questo materiale i carabinieri del Comando provinciale di Torino l’hanno trovato a casa di un’anziano insospettabile.

La perquisizione

Il blitz dei carabinieri di Torino è scattato a seguito di una lunga attività informativa e rientra in un’attività di indagine più ampia che punta al contrasto della detenzione illegale di armi sul territorio della provincia. Così come disposto dal comandante provinciale di Torino, il Colonnello Francesco Rizzo.

Il “custode”

A custodire le armi all’interno della sua abitazione era un anziano di 76 anni residente nella zona Regio Parco del capoluogo. Un vero e proprio “insospettabile”, secondo quanto si apprende. Ma il materiale rinvenuto all’interno della sua abitazione ha svelato un vero e proprio scenario inaspettato.

Era l’usuraio del quartiere?

L’uomo, secondo le ricostruzioni dei militari, potrebbe essere l’usuraio del quartiere. Almeno è questo il sospetto degli inquirenti che, all’interno della sua abitazione, hanno rinvenuto anche il cosiddetto “calendario dell’usuraio”. Un vero e proprio elenco di date, nomi e somme di denaro prestate alle vittime della pratica illegale.

Le indagini sulle armi

Le armi che sono state sequestrate all’interno dell’abitazione dell’uomo dai militari della Stazione Regio Parco saranno sottoposte agli accertamenti tecnici a cura dei colleghi del Ris di Parma che dovranno accertare se le pistole siano state utilizzate per commettere reati.

L’uomo, 76 anni, è stato arrestato per detenzione illegale di arma comune da sparo e denunciato per il reato di ricettazione della pistola registrata di una persona deceduta.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità