Sul territorio

App Immuni: sono in tanti ad usarla

Poco meno di un terzo degli intervistati ha dichiarato di averla scaricata

App Immuni: sono in tanti ad usarla
Settimo, 17 Ottobre 2020 ore 13:25

App Immuni: sono in tanti ad usarla

App Immuni

La curva dei contagi da Covid 19 si impenna, arrivando a toccare numeri che si era registrati solo nell’aprile scorso, e da parte dell’autorità sanitaria nazionale è arrivata forte la richiesta di utilizzare «Immuni», l’applicazione del Ministero della Sanità per il tracciamento dei contagi.
L’applicazione, gratuita e volontaria, l’anonimato registrato, e la possibilità di inviare una notifica a coloro che son stati a contatto di una persona positiva al test per il Covid, mettendo in guardia chi è stato vicino e permettendo di avviare l’iter per il tamponamento. Questa seconda ondata ha spinto oltre sette milioni di italiani a scaricare l’applicazione, un balzo considerevole rispetto i numeri risicati dei mesi precedenti.
Siamo scesi in strada per capire se anche nelle nostre città dell’applicazione ha trovato posto tra i social network e i giochi dei nostri smartphone, e il risultato pare confermare i numeri della media nazionale.

I dati sul territorio

Poco meno di un terzo degli intervistati ha dichiarato di aver scaricato l’applicazione, gli altri invece o hanno timori per la loro privacy, oppure non hanno alcun interesse a scaricarla. Interviste che hanno riguardato da Settimo alla collina, passando per San Mauro, Gassino, San Raffaele e Castiglione. Un’indagine che mostra dati in linea, quindi con la media nazionale, in linea anche nelle motivazioni che le persone hanno fornito sulla contrarietà o meno sul suo utilizzo.
C’è anche una piccola fetta di popolazione che purtroppo non ne esiste l’esistenza: sono la maggior parte degli anziani che non hanno grande dimestichezza con gli smartphone e la tecnologia digitale. Proprio coloro che hanno bisogno di essere protetti dal contagio da coronavirus.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità