Attualità
Personaggio

Un settimese al Festival?

Fabrizio Fusaro, giovane cantautore ha conquistato un ticket per la finale di Sanremo giovani

Un settimese al Festival?
Attualità Settimo, 08 Novembre 2021 ore 14:15

Un settimese al Festival ?

Festival

Certo che di anni ne son passati e di strada ne ha fatta da quando, tra il 2016 e il 2017 ha iniziato a calcare i primi palchi musicali del territorio, tra cui quelli de La Suoneria e dell’edizione 2017 del festival Fuori Tutti al Parco De Gasperi. Fabrizio Fusaro, che già ben prometteva ai tempi, ha studiato, si è migliorato. Ha pensato e scritto singoli, si è fatto conoscere e apprezzare. Fino ad affermarsi ancora di più sulla scena con il suo primo disco «Di quel che c’è non manca niente».

Un ragazzo di talento

Un lavoro che in tanti attendevano e che è arrivato nel pieno della pandemia, un momento difficile per tutti e per gli artisti in particolare che hanno visto naufragare ogni possibilità di promozione in club e sale concerto. «Ma abbiamo preso il toro per le corna e abbiamo deciso di farlo uscire comunque». Così, dall’inizio del febbraio 2021, «Di quel che c’è non manca niente» ha saputo coccolare i «palati» più esigenti della musica d’autore. Quella giovane ed entusiasta di affacciarsi a un mondo musicale che, sempre di più negli ultimi anni, coinvolge i giovani autori nell’impresa di mettersi alla prova.
Ora per Fabrizio Fusaro, settimese classe 1997, si apre una nuova e importante sfida. Quella di continuare su questa strada innanzitutto, ma in particolare di portare a casa quello che è un sogno che ha tutte le carte per diventare realtà. E’ infatti dei giorni scorsi la notizia della presenza del suo nome, «Fusaro» nella lista dei 46 giovani talenti della musica italiana che hanno conquistato un importante «ticket» per Sanremo giovani. Un’opportunità da non perdere per cui Fusaro si sta impegnando e per la quale si giocherà l’asso di «Senza coloranti aggiunti», il pezzo che ha presentato per l’occasione. «Una sfida importante che mi entusiasma ma che vivo come un vero e proprio punto di partenza», spiega Fusaro che ha sempre dimostrato grande pacatezza e pochi fronzoli. «E’ sicuramente un grande orgoglio - commenta - e spero che tutto vada bene. Mi sono impegnato a lungo e continuo a farlo giorno dopo giorno». Del resto, per il pubblico settimese e non solo (ha calcato i palchi insieme a Eugenio in via Di Gioia, Ministri e registrato un brano «Serie A» con Bianco) Fusaro è sempre stato garanzia di qualità in termini di testi e composizioni musicali. Fino a conquistarsi una fetta di autorevolezza nel panorama torinese, partecipando anche allo storico e apprezzato Reset Festival.
A ispirarlo, tra musica e parole, c’è quel cantautorato italiano che non ha mai nascosto di amare, come quello di Niccolò Fabi.
Un orizzonte nuovo per lui e per l’intera città di Settimo che, in questo senso, si trova di fronte alla non troppo remota possibilità di vedere un proprio concittadino calcare il palco del Teatro Ariston tra le fila degli otto contendenti per il titolo di Sanremo Giovani al prossimo Festival.

Atteso il "verdetto" della giuria artistica

Adesso non resta che attendere il verdetto della giuria artistica nominata per la prossima edizione della kermesse. Entro la fine di novembre dovrebbe essere svelato l’elenco degli otto finalisti che potranno calcare il palco sanremese. E sono veramente tanti i settimesi e i fans in tutta Italia a fare il tifo per lui.
Sarebbe certamente una bella vetrina per la nostra città, sì. Ma anche e soprattutto, senza ombra di dubbio, il giusto riconoscimento per un ragazzo del territorio che si è innamorato della musica e che ha deciso di provare a farne la sua strada. Impegnandosi, sudando e creando. Immaginando qualcosa di nuovo e di emozionante, come sono quelle canzoni come «Il Mare di Malta», «Solo un giocattolo», «Dormi Serena»: brani in cui chiunque, al primo ascolto, non farebbe fatica alcuna a rispecchiarsi e a immaginarsi racchiuso e abbracciato da note e parole. E, per citare lo stesso Fusaro, speriamo che questa avventura possa realizzare il sogno di trovare un angolo in cui raccontarci tutto, anche l’emozione di essere riusciti a coronare il proprio sogno.