A GASSINO

"Tir in centro, con la TangEst non sarebbe successo"

Il sindaco Cugini: "«Quando è stata richiesta la commissione per parlare della messa in sicurezza della Sp 122, tra Castiglione e Bardassano avevo chiesto che quell’organo diventasse il canale per parlare di tutta la mobilità della collina, compresa la Tangenziale Est".

"Tir in centro, con la TangEst non sarebbe successo"
Attualità 31 Luglio 2021 ore 08:29

"Tir in centro, con la TangEst non sarebbe successo"

Tir in centro

«E’ stata una scena senza precedenti. Siamo rimasti tutti di sasso». Così pedoni e automobilisti gassinesi hanno descritto il momento in cui, una manciata di giorni fa e in pieno centro storico, hanno visto transitare un grosso tir.

Il fatto

Una scena destinata a rimanere vivida nei loro ricordi: mai era accaduto che un mezzo tanto grande sbagliasse strada e, in barba ai cartelli, finisse in corso Italia. Sconcertati e preoccupati i presenti hanno perciò tirato fuori il cellulare e scattato alcune foto. Le immagini immortalano l’autoarticolato svoltare da via San Pietro a corso Italia, destreggiandosi con mille manovre tra le auto parcheggiate a bordo strada. Subito si sparge la voce e le immagini iniziano a circolare. Qualcuno ne posta una anche sui social, accompagnata da un triste e ironico «Secondo voi ci passerà?». Dubbio lecito dal momento che, appena un mese fa, un furgone ha distrutto un balconcino in via Mazzini. «Si incastrerà! Queste vie sono così strette che talvolta faticano a passare persino le auto. Figurarsi un camion» commentano i cittadini per strada e gli utenti su Facebook.
Chi si è fermato a osservare racconta di passanti preoccupati e intenti perciò ad aiutare il conducente a fare manovra. «Io ho atteso che il tir svoltasse in corso Italia, aiutato da un signore che si era accorto della situazione. Sembrava addirittura che l’autista volesse proseguire dritto per via Mazzini, noncurante del fatto che la strada va stringendosi», racconta un’automobilista che si è imbattuta nella scena
«Ho osservato dal balcone le manovre. Per fortuna è andato tutto bene e il camion ha proseguito fino all’Unicredit, per svoltare quindi in via Diaz e riprendere la Circonvallazione», aggiunge una residente.
«Sarà stato mal guidato dal navigatore», azzardano ipotesi i gassinesi. «Molti camionisti usano le mappe per auto, che non considerano quindi l’inaccessibilità di alcune strade ai mezzi pesanti. Infatti in strada Gassino Bardassano è rimasto bloccato più di un tir, con conseguenti disagi per i residenti». Eppure all’imbocco di via San Pietro è ben visibile il divieto di accesso al centro per mezzi superiori alle 6 tonnellate. Cartello che avrebbe dovuto far desistere il camionista da una manovra così azzardata. «Sono previste sanzioni non da poco per chi ignora i segnali di divieto. Se tutti i conducenti di veicoli osservassero con attenzione e rispettassero la segnaletica questi problemi non sussisterebbero», conclude il popolo dei social.

Il commento dell’Amministrazione

In questa occasione la situazione è volta al meglio, ma l’intera collina è da anni in guerra contro i mezzi pesanti e gli incidenti che provocano. Per gli amministratori del territorio l’unica soluzione al problema rimane la TangEst. «Quando è stata richiesta la commissione per parlare della messa in sicurezza della Sp 122, tra Castiglione e Bardassano avevo chiesto che quell’organo diventasse il canale per parlare di tutta la mobilità della collina, compresa la Tangenziale Est - ha commentato il sindaco, Paolo Cugini -. Il primo passo è proprio istituire un tavolo di confronto per ridiscutere e aggiornare il progetto», posizione sposata anche dal Cctt. Inamovibile invece il no di Legambiente e dell’ala No Tang.