Attualità
I progetti della città

Tempo di lavori pubblici a Settimo: 20 cantieri previsti nei prossimi cinque mesi

La conferma arriva direttamente dagli uffici dell’Amministrazione e dalla sindaca Elena Piastra

Tempo di lavori pubblici a Settimo: 20 cantieri previsti  nei prossimi cinque mesi
Attualità Settimo, 22 Luglio 2021 ore 13:29

Tempo di lavori pubblici a Settimo: 20 cantieri previsti nei prossimi cinque mesi.

Lavori pubblici Settimo

Una vera e propria accelerazione che il Comune ha deciso di imprimere sul fronte degli interventi e dei lavori pubblici. Saranno infatti venti i cantieri che interesseranno buona parte del territorio in questa seconda fase del 2021. La conferma arriva direttamente dagli uffici dell’Amministrazione e dalla sindaca Elena Piastra.

I piani

«Il lavoro svolto nell'ultimo periodo, sia quello che affonda le radici in progetti ideati anni fa, sia quello impostato di recente, sta incominciando a portare risultati – esordisce la prima cittadina –. Pur avendo complessi vincoli di bilancio da rispettare, siamo riusciti a dar corpo al nostro proposito di rilanciare la Città. Parallelamente ai cantieri conclusi e in corso, proseguono l'affidamento di lavori e la progettazione delle principali opere che vedranno la luce nei prossimi mesi e anni».
Alcuni di questi interventi, di fatto, sono già stati avviati, come vale per la realizzazione del progetto definitivo di uno dei due nuovi tratti dell’isola pedonale di via Italia e che, crono-programma alla mano, si dovrebbe concludere entro il mese di novembre, giusto in tempo per festeggiare l’inizio della tradizionale kermesse cittadina della Fera dij Coj. Oltre a questo intervento, però, dall’Amministrazione fanno sapere che oltre ai cantieri già partiti ce ne sono altri in procinto di prendere il via. Come vale per esempio per la «la realizzazione del parco in centro al posto dell'ex campo da calcio di via Amendola (fine lavori primavera 2022), il Palazzetto dello sport (fine lavori settembre) con le sue opere di urbanizzazione.
Ai grandi cantieri se ne associano numerosi meno visibili ma ugualmente impattanti: l'area verde polivalente dei Mezzi Po, il rifacimento degli spogliatoi del Palasanbenigno, i lavori di implemento della sicurezza delle scuole (Vivaldi), il cantiere per il Micronido di via Volta e per il trasloco del nido Moro».
E poi ancora «l'illuminazione della Torre comunale, l'ampliamento del cimitero, quasi 1 milione di euro per la manutenzione dei parchi gioco e delle aree verdi, i lavori per lo spostamento della sede del Cpia nell'ex scuola Para, gli interventi per adeguare gli impianti sportivi agli Europei di baseball che si svolgeranno a settembre e il completamento di opere di urbanizzazione in varia zone (via Lodi, via Galileo Ferraris e altre)».
Gli affidamenti previsti
Se da un lato gli interventi già iniziati stanno iniziando a prendere sempre più forma, gli uffici stanno continuando tutta la parte che riguarda l’istruttoria e, quindi, le procedure per l’affidamento dei lavori di prossima realizzazione. Ed è proprio in questo senso che la nota di palazzo civico spiega come si sta procedendo tra le stanze di piazza della Libertà. Infatti «Sono già stati finanziati lavori per oltre 3,6 milioni di euro, i cui cantieri partiranno fra la fine del 2021 e l'inizio del 2022. Fra essi, il rifacimento del parcheggio della Coop di via Fantina, la riqualificazione del mercato del Borgo Nuovo, la realizzazione del MU-CH (il Museo della Chimica) in Siva, nuovi percorsi ciclopedonali per quasi 1 milione di euro, una nuova ciclabile su strada Cebrosa, gli interventi di riassetto idrogeologico del rio Freidano in Borgata Paradiso e del canale di gronda al Villaggio Ulla. E poi svariate azioni su strade e marciapiedi, con particolare attenzione alle aree intorno alle scuole (Gramsci, Matteotti, Pellico)».

I progetti in cantiere

«Proseguono inoltre i lavori di progettazione di nuove opere, molte delle quali finalizzate a implementare la sicurezza su scuole e infrastrutture, come ad esempio l'adeguamento antisismico delle scuole Matteotti e Vivaldi e lo Scolmatore Est. Infine, fra i progetti in corso di elaborazione, c'è il restauro della Pieve di San Pietro con le riqualifica dell'area intorno all'anagrafe», fanno ancora sapere dall’Amministrazione comunale.

«Quando con il nostro gruppo ci siamo proposti a guidare la Città pensavamo a una Settimo dinamica, in trasformazione, curata e più vicina alle esigenze dei cittadini e delle famiglie – conclude la sindaca –. Per dare concretezza alle nostre idee, sapevamo che i cantieri avrebbero giocato un ruolo centrale. Stiamo cercando di fare il massimo, anche se siamo consapevoli che c'è ancora moltissimo da fare in città. Continueremo a cercare risorse e partecipare a bandi, affinché si possa continuare ad investire come in questi anni, e avendo ben presente che il modo migliore per ridisegnare una Città è immaginarla fra 10 o 20 anni».