Menu
Cerca
Dalla collina

Scuola, nessun contributo regionale: finanziati i primi 13 della lista, San Raffaele è al 32° posto

L'Amministrazione dovrà attendere lo sblocco di altri fondi

Scuola, nessun contributo regionale: finanziati  i primi 13 della lista,  San Raffaele è al 32° posto
Attualità 08 Maggio 2021 ore 06:30

Scuola, nessun contributo regionale: finanziati i primi 13 della lista, San Raffaele è al 32° posto

Scuola San Raffaele

Non arriva il tanto atteso contributo regionale per il progetto di ampliamento della scuola. nulla da fare dunque per il Comune, che dovrà attendere e sperare che altri fondi possano essere messi a disposizione in futuro.
Lo ha annunciato il sindaco Ettore Mantelli rispondendo all’interrogazione presentata dalla capogruppo di minoranza Clara Marta.

L'iter

«La Regione in data 22 dicembre 2020 ha dichiarato ammissibile al finanziamento la candidatura proposta dal Comune di San Raffaele per l’ampliamento e adeguamento sismico della scuola per un importo di euro 1.350.000 - ha sottolineato il primo cittadino collinare -. In graduatoria il nostro Comune è al 32° su 76 istanze ammesse. Con nota del 23 marzo la Regione ha comunicato che San Raffaele però non risulta beneficiario del finanziamento (con riferimento all’anno 2020) in quanto le risorse regionali disponibili ammontano a poco meno di 34 milioni di euro a fronte di un totale di 500 milioni di euro di nuove risorse individuate dallo Stato per le Regioni. Risultano pertanto ad oggi finanziati soltanto i primi 13 interventi».
Alla luce di questa situazione l’Amministrazione ha però fatto altri passaggi certamente importanti, in vista del futuro. Gli uffici regionali, interpellati dal vice sindaco, hanno riferito che se arriveranno altre risorse da parte dello Stato proseguiranno a finanziare gli interventi secondo l’ordine di classifica.

La progettazione

Nella sua interrogazione la capogruppo di minoranza aveva anche chiesto informazioni sull’ammontare delle spese sostenute dal Comune per la progettazione.
A tal proposito il sindaco ha sottolineato che le spese per la progettazione architettonica preliminare definitiva, esecutiva è stata di 39.550 euro alle quali si aggiungono la progettazione impiantistica idraulica per euro 10.450 ed elettrica per euro 11.379, le indagini geologiche per euro 7.914 e la progettazione sismica per euro 13.500; per un totale di poco inferiore ad euro 83.000. Puntualizza Mantelli:
«L’incarico relativo alla progettazione definitiva – esecutiva è stato dato ai professionisti che avevano predisposto il progetto preliminare per ragioni di continuità in quanto avevano seguito la progettazione fin dall’inizio. Gli incarichi agli altri professionisti per le parti non architettoniche sono stati affidamenti diretti. L’affidamento degli incarichi non compete al medesimo ma è di competenza dell’Ufficio Tecnico».