Servizio

San Mauro: nuovo mezzo per il Cisa

Nove posti, equipaggiato con salita per carrozzina assistita e una serie di allestimenti adatti all’utenza, per un valore di oltre 60mila euro

San Mauro: nuovo mezzo per il Cisa
Pubblicato:

Il Cisa, Consorzio intercomunale socio assistenziale che comprende i Comuni di San Mauro, Castiglione, Gassino, San Raffaele, Sciolze, Rivalba e Cinzano, potrà contare su un nuovo mezzo a disposizione per i suoi molteplici servizi.

San Mauro: nuovo mezzo per il Cisa

Ieri, lunedì 17 giugno 2024, è stato consegnato al Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale un mezzo a 9 posti, equipaggiato con salita per carrozzina assistita e una serie di allestimenti adatti all’utenza per un valore di oltre 60mila euro.

L’inaugurazione è avvenuta alla presenza della direttrice del Cisa, la dottoressa Daniela Calderone, del presidente Angelo Corrù, del vicepresidente Luigi Antonetto di San Mauro e di una rappresentanza di sindaci e amministratori dei Comuni consorziati.

"Il pulmino - si legge sulla pagina social ufficiale del Comune - è stato acquistato grazie al risparmio di bilancio, un investimento da parte del Consorzio stesso per potenziare l’offerta del servizio trasporto a seguito di un aumento della domanda, rispondendo, quindi, ad una esigenza effettiva del territorio".

Il Cisa e la sua storia

La nascita del Cisa risale alla metà degli anni Novanta, per volere dei sindaci della zona eredi della vecchia Usl 29. Il ruolo del Cda è preciso, quello di attenersi alle indicazioni che vengono espresse dall’assemblea dei sindaci. «Il lavoro per il territorio - aveva raccontato il presidente Corrù in una intervista rilasciata appena rieletto - che è stato fatto in questi anni è stato davvero di primo piano, grazie ai Cda ed anche ai direttori che si sono succeduti, la dottoressa Cassina, il compianto dottor Russo e l’attuale Daniela Calderone, che assieme al Cda uscente ha gestito l’emergenza Covid. Mi piace ed è doveroso sottolineare anche i ruoli del Cda precedenti, e vorrei sottolineare, da questo punto di vista, il grande supporto che tra gli altri ha fornito Mario Percelsi, prima consigliere e poi anche come vice presidente. Il suo impulso è stato decisamente rilevante. Ha creato, ad esempio, una banca dati del Consorzio che ancora oggi utilizziamo».

Il Cisa è sempre stato preso come esempio anche nel rapporto con gli altri Consorzi della zona. «E vorrei ricordare che la nostra spesa che le Amministrazioni devono sostenere per ogni cittadino resta una delle più basse».

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali