Due eventi

San Mauro commemora il giudice Falcone tra memoria e presente

Giovedì 23 maggio, in occasione dell'anniversario della strage di Capaci, due preziosi momenti assieme al Tavolo per la Legalità e Libera

San Mauro commemora il giudice Falcone tra memoria e presente
Pubblicato:
Aggiornato:

La città di San Mauro domani, giovedì, 23 maggio, onorerà la figura di Falcone in occasione del 32esimo anniversario della Strage di Capaci.

San Mauro commemora il giudice Falcone

San Mauro commemora il giudice Falcone. Una iniziativa promossa dalla Città insieme a Libera e al Tavolo per la legalità.

L'appuntamento è per le 19 per la posa di un omaggio floreale davanti alla sala del Consiglio Comunale, intitolata proprio al magistrato ucciso 32 anni fa da Cosa Nostra, insieme al magistrato Francesca Morvillo, sua moglie, e agli uomini della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

L'incontro

La serata proseguirà alle 21, quando il Tavolo per la Legalità e Libera Piemonte hanno organizzato un incontro sui temi della legalità dal titolo «La Ndrangheta in Piemonte da Minotauro a oggi».

Il libro parte da ottobre 2011 quando con il processo Minotauro si rompe definitivamente la presunzione di isolamento dai fenomeni mafiosi del Piemonte. La ‘ndrangheta in provincia di Torino è una realtà. Non un sospetto, ma una verità di legge, stabilita due anni dopo con la condanna di 36 soggetti, di cui 23 per 416/bis. A distanza di 13 anni, l'occasione per fare un punto sui fenomeni 'ndranghetisti in Piemonte, gli interessi, le indagini della magistratura, la necessità di mantenere alta l'attenzione e la sorveglianza.

Alla serata parteciperanno Valentina Sandroni, avvocata e componente dell'ufficio legale di Libera e Andrea Zummo, referente provinciale di Libera Torino. L'iniziativa si svolgerà anch'essa nella sala del Consiglio comunale, in via Municipio 1, con ingresso libero fino a esaurimento dei posti a disposizione.

«Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini». È una delle frasi proferite da Giovanni Falcone nel corso della sua lunga carriera. Una frase che, dopo la sua tragica morte, è diventata un simbolo della lotta alle mafie.

Non è il primo anno che Comune e Tavolo per la legalità organizzano iniziative analoghe. Peraltro nel marzo del 2023 l'albero di Falcone "ha messo radici" proprio a San Mauro.

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali