San Raffaele Cimena

«Negozi “aperti per ferie”, per continuare a garantire i servizi essenziali ai cittadini»

Il punto dell'assessore al Commercio Gemma Cordero

«Negozi “aperti per ferie”, per continuare a garantire i servizi essenziali ai cittadini»
Attualità 24 Luglio 2021 ore 08:14

«Negozi “aperti per ferie”, per continuare a garantire i servizi essenziali ai cittadini»

Aperti per ferie

Nelle settimane centrali dell’estate, può accadere di trovare nei Comuni molti negozi chiusi per il turno di ferie.
Compito di un’Amministrazione però deve essere quello di continuare comunque a garantire i servizi essenziali per la cittadinanza.

L'impegno del Comune

E proprio con questo spirito in queste settimane ha lavorato l’assessore al Commercio sanraffaelese Gemma Cordero.
E’ nato dunque un piano condiviso di aperture e chiusure per i mesi di luglio ed agosto, grazie al quale i cittadini che trascorreranno per diverse ragioni le loro vacanze a casa, potranno comunque contare sugli esercizi del paese per fare la spesa giornaliera oltre ad altri acquisti.
E’ stato dunque creato un vero e proprio elenco di attività, pubblicato anche sul sito internet istituzionale del Comune, con i relativi periodi di apertura e di chiusura, al fine di garantire la massima informazione possibile alla cittadinanza.

Il punto con l'assessore

Puntualizza l’assessore al Commercio di San Raffaele Gemma Cordero: «Proprio in un periodo come quello estivo, in cui molta gente approfitta anche delle ferie per trascorrere qualche giorno di vacanza, è importante continuare a garantire quelli che sono i servizi essenziali a favore delle persone che restano a casa per volontà o altre ragioni. In quest’ottica abbiamo lavorato con lo scopo di garantire che i servizi necessari fossero comunque mantenuti».
Dopo un anno e mezzo di restrizioni e chiusure a causa dell’emergenza Covid è tanta la voglia dei cittadini di «uscire», tornare ad incontrarsi e magari trascorrere qualche giorno in vacanza, nel rispetto delle norme attuali anti contagio.
Ma c’è chi non potrà approfittare neanche di queste giornate restando a casa e continuando dunque a fare la vita di tutti i giorni, tra spese e compere a livello locale.