Attualità
All'Enaip

La carica dei 101 pasti preparati e donati per chi è in difficoltà

Il menù contava ben sei portate, con due antipasti, un primo piatto, un secondo con contorno e il dolce. E tanto di panettone finale per suggellare una cena con i fiocchi, finita sulle tavole di 33 famiglie del territorio.

La carica dei 101 pasti preparati e donati per chi è in difficoltà
Attualità Settimo, 25 Dicembre 2021 ore 09:31

La carica dei 101 pasti preparati e donati per chi è in difficoltà

Pasti donati

La carica dei 101 - versione Enaip. Questa volta, gli studenti e le studentesse di seconda e terza del centro di formazione professionale di via Cavour 10 si sono superati e lo scorso venerdì 17 dicembre 2021 hanno preparato ben 101 pasti per le famiglie del territorio in difficoltà, impacchettati sotto gli occhi della sindaca, Elena Piastra.

Love Food

L'iniziativa rientra nel progetto Love Food, in collaborazione con il Rotary Club e la Caritas, e ha visto protagonisti ben 40 ragazzi, 14 volontari Artigiani di Misericordia per le consegne a domicilio, tre chef e una fitta rete di benefattori in campo per far vivere anche alle persone più bisognose il significato del Natale. Numeri da capogiro che hanno permesso di dare vita a «Love Food...Christmas is coming», l'iniziativa di solidarietà travestita con i panni natalizi. Un gran numero di piatti, preparati con le eccedenze alimentari dei supermercati e grazie ad un dispiegamento di forze di tutti gli studenti, che ha consolidato un progetto in corso ormai da due anni e che si dimostra una vera e propria garanzia.

Il menù

Il menù contava ben sei portate, con due antipasti, un primo piatto, un secondo con contorno e il dolce. E tanto di panettone finale per suggellare una cena con i fiocchi, finita sulle tavole di 33 famiglie del territorio. «Siamo molto soddisfatti dell'impegno profuso dai miei ragazzi, dagli insegnanti e per la rete di solidarietà che si è creata e che stiamo costantemente ampliando», dichiara il direttore dell'Enaip, Ezio Bertolotto. «Solo questo autunno- prosegue-, abbiamo donato e consegnato più di 800 pasti, superando di gran lunga la soglia 600 che ci eravamo prefissata. Questo conferma come i ragazzi siano stati profondamente toccati dall’iniziativa. Pur arrivando stremati a fine giornata, erano tutti felici per il risultato raggiunto, dimostrando una grande sensibilità su queste tematiche». E adesso, dopo questi numeri ottenuti grazie al lavoro di veri e propri stacanovisti, anche Love Food si prende una meritata pausa. «Riprendiamo a marzo con le classi prime e seconde, e andremo avanti fino a fine maggio», annuncia Bertolotto. «È andato tutto benissimo. Ancora una volta, con questo progetto, ci siamo schierati al fianco dei più fragili, condividendo anche il pane», commenta con entusiasmo Pasquale Dell’Aquila, di Caritas. Un entusiasmo contagioso- e giustificato- per un progetto che si sta confermando un'eccellenza in ambito di solidarietà.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter