Nuovo parroco

Don Martino verso l'arrivo a San Raffaele: "A settembre farò delle riunioni per concordare le cose da fare"

Celebrerà la prima messa il prossimo 2 ottobre 2021

Don Martino verso l'arrivo a San Raffaele: "A settembre farò delle riunioni  per concordare le cose da fare"
Attualità 27 Agosto 2021 ore 14:57

Don Martino verso l'arrivo a San Raffaele: "A settembre farò delle riunioni per concordare le cose da fare".

Don Martino

Il suo ingresso a San Raffaele Cimena, al posto di don Alessandro Martini, per il momento è solo stato annunciato ufficialmente, nell’ambito degli avvicendamenti tra parroci previsti dall’Arcivescovo di Torino, Monsignor Cesare Nosiglia.

Verso il nuovo incarico

Don Martino Ferraris aspetta il mese di settembre, il rientro dalle ferie, per iniziare ad impostare il lavoro da fare per San Raffaele. La sua prima messa sarà il 2 ottobre, ma è chiaro che dalle settimane precedenti sarà necessario avviare le prime riflessioni, appunto, sul da farsi.
Già, anche perché, oltre a San Raffaele e a Castagneto Po, don Martino continuerà ad essere parroco anche a Castiglione.
Sono tante, dunque le cose da considerare, a partire dalla riorganizzazione degli orari delle messe, per cercare di venire incontro a quelle che sono le esigenze di ogni comunità.
«E’ per questa ragione - commenta lo stesso don Martino - che ho deciso di aspettare il mese di settembre per organizzare alcuni incontri e fare il punto della situazione».
Non sarà quindi un impegno di poco conto per il nuovo parroco di San Raffaele, che ha già avuto modo di confrontarsi con don Alessandro.

Le date

Intanto, nel programma che è stato fissato per il cambiamento dei parroci, il 12 settembre ci sarà la messa di saluto di don Alessandro alla comunità di San Raffaele. Il parroco uscente è stato destinato dall’Arcivescovo di Torino alla parrocchia di Borgaro.
Don Alessandro lascia certamente degli ottimi ricordi in paese, dove ha portato avanti diverse attività legate al coinvolgimento dei giovani all’interno dell’oratorio, tornato ad essere un vero e proprio punto di aggregazione per tutta la comunità.