Attualità
Sguardo al futuro

Comune e Pro Loco provano a ragionare sulla Patronale

A Castiglione si prova a programmare la prossima festa tra fine maggio e inizio giugno.

Comune e Pro Loco provano a ragionare sulla Patronale
Attualità 21 Gennaio 2022 ore 16:54

Comune e Pro Loco provano a ragionare sulla Patronale.

Patronale

Se la pandemia continuerà a condizionare in maniera pesante (come ora) la nostra vita di tutti i giorni, il 2022 potrebbe rappresentare il terzo anno senza la tradizionale festa Patronale.

Si pensa alla festa

Comune e Pro Loco vogliono però lanciare qualche messaggio di speranza verso il futuro. Per questa ragione, proprio giovedì scorso il sindaco Loris Lovera e l’assessore alla Cultura Graziella Busca, hanno incontrato il presidente della Pro Loco castiglionese Mario Bava, con l’intento di iniziare a pensare ad un percorso e ad una bozza di programma verso la festa Patronale, che dovrebbe svolgersi tra l’ultima settimana di maggio e la prima di giugno.

L'incontro

«E’ stato un incontro assolutamente costruttivo - commenta l’assessore castiglionese Busca -. Speriamo davvero di riuscire ad organizzare quest’anno la Patronale. Come Amministrazione comunale abbiamo espresso alla Pro Loco la nostra disponibilità ed il nostro sostegno nell’organizzazione della manifestazione».
Da parte sua il presidente della Pro Loco Mario Bava ha già le idee abbastanza chiare sul percorso da seguire: «Entro la fine del mese - puntualizza - dovremo incontrarci con i commercianti per iniziare a parlare della gestione della parte relativa alla somministrazione di cibo. Poi andremo ad organizzar anche un incontro con le associazioni del territorio, pronti a raccogliere eventuali idee o iniziative da inserire poi all’interno del programma della festa».
Saranno come di consueto, quattro le giornate principali che caratterizzeranno la festa di Castiglione, dal venerdì al lunedì.
In attesa di capire quelle che potrebbero essere le manifestazioni che caratterizzeranno la festa, un punto fermo dovrebbero comunque essere le serate musicali. Su tutto il lavoro che Pro Loco e Comune hanno concordato di attivare continua a restare però la grandissima «spada di Damocle» rappresentata dalla situazione dei contagi e dall’andamento generale della pandemia. L’auspicio è che la situazione migliori, ma le incognite rimangono dietro l’angolo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter