Tra Piemonte e Valle d'Aosta

Operazione stazioni sicure: un'altra giornata di controlli straordinari

Sono stati impegnati 113 operatori della Polizia Ferroviaria

Operazione stazioni sicure: un'altra giornata di controlli straordinari
Altro 05 Febbraio 2021 ore 13:33

Operazione stazioni sicure: un'altra giornata di controlli straordinari

Stazioni sicure

Un'altra giornata di controlli straordinari nelle stazioni del Piemonte e della Valle d'Aosta per la sicurezza dei viaggiatori. Si è svolta nella giornata di ieri, giovedì 4 febbraio 2021. Tanti gli agenti Polfer impegnati.

I controlli

Sono state 1131 le persone controllate, 3 quelle indagate, è stata elevata una sanzione amministrativa e sono stati ispezionati centinaia  di bagagli ispezionati.

Ben 25 le stazioni presenziate: questo il bilancio dell’operazione “Stazioni Sicure”, promossa dal Servizio di Polizia Ferroviaria a livello nazionale, che  ha visto impegnati 113 operatori della Polizia Ferroviaria nelle stazioni ferroviarie del Piemonte e Valle d’Aosta.

Gli operatori Polfer hanno effettuato controlli mirati atti per contrastare attività illecite e possibili azioni eversive, con verifiche a viaggiatori e bagagli, sia in stazione che a bordo treno, con l’uso di metal detector e di apparati “Spaid”, il cui innovativo software consente un disbrigo più rapido delle procedure di identificazione grazie all’immediato accesso alle banche dati, attraverso la rilevazione delle impronte digitali.

I servizi sono stati effettuati congiuntamente con personale del Reparto Prevenzione Crimine e delle Unità Cinofile.

Le stazioni interessate dai controlli straordinari nelle province di entrambe le regioni, compresi i convogli internazionali provenienti da Svizzera e Francia sono state: Torino Porta Nuova, Torino Porta Susa, Torino Lingotto, Bussoleno, Chivasso, Ivrea e Bardonecchia; Alessandria, Novi Ligure, Acqui Terme, Arquata Scrivia e Tortona; Novara, Arona; Asti; Cuneo, Bra, Fossano e Mondovì; Vercelli e Santhià; Aosta e Point Saint Martin; Domodossola e Verbania.

Cosa è successo

A Torino Porta Nuova un cinquantenne svizzero, senza fissa dimora, è stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico. L’uomo, non curante del luogo né dei numerosi viaggiatori che transitavano nella zona, ha urinato nei pressi dell’ingresso laterale di stazione. Accompagnato negli uffici di polizia, è risultata a suo carico la misura di prevenzione personale dell’avviso orale emesso dal Questore di Torino, per comportamenti illeciti.

Sempre a Torino gli agenti del Settore Operativo di Porta Nuova hanno salvato una donna di 82 anni con intenti suicidi. L’anziana donna, residente nella provincia della La Spezia, è stata notata dai poliziotti mentre camminava in stato confusionale lungo una banchina di stazione. Avvicinatisi, si sono subito accorti che attaccata alla borsa della signora vi era un biglietto con scritto "da consegnare alla polizia".

Con gentilezza e cautela, è stata accompagnata presso gli uffici di polizia dove è stata calmata e rasserenata, e sentendosi finalmente al sicuro, si è lasciata andare ad un pianto liberatorio.

La povera signora, ormai vedova e con i familiari lontano da casa, si sentiva sola e la disperazione la stava conducendo verso un triste epilogo. Dopo essersi ricongiunta con i parenti giunti in stazione, la donna è stata sottoposta ad accertamenti medici.