L'indagine

Rinvenuti oltre 500 cellulari non inscatolati in un negozio: “Sono frutto di un regalo”. Denunciato il titolare

Durante un controllo del territorio, la Guardia di Finanaza ha rinvenuto oltre 500 cellulari in un negozio aperto durante la notte. Denunciato il commericante per ricettazione e inottemperanza delle disposizioni anti-Covid.

Rinvenuti oltre 500 cellulari non inscatolati in un negozio: “Sono frutto di un regalo”. Denunciato il titolare
Torino, 29 Aprile 2020 ore 10:40

Rinvenuti oltre 500 cellulari non inscatolati in un negozio: “Sono frutto di un regalo”. Denunciato il titolare.

La vicenda

Durante uno dei consueti controlli del territorio, intorno all’una di notte, l’equipaggio del Gruppo Pronto Impiego Torino ha notato una cosa alquanto strana nei pressi di corso Palermo: un negozio di apparecchiature elettroniche ancora aperto. All’interno, oltre al titolare, alcuni clienti.
I Finanzieri appena entrati nel locale hanno subito notato numerosi cellulari senza confezionamento custoditi alla rinfusa dietro al bancone. Quando i militari hanno chiesto al titolare la documentazione degli apparecchi telefonici, l’uomo non ha saputo fornire alcuna giustificazione plausibile circa il possesso.

Il controllo

I Finanzieri hanno quindi esteso il controllo a tutto il punto vendita, compreso il retro bottega. Proprio lì, i militari hanno scoperto che il commerciante custodiva oltre 500 cellulari, tutti di dubbia provenienza e privi di qualsiasi documentazione. Il retro però non era l’unico nascondiglio del titolare. Un considerevole quantitativo di telefoni è stato rinvenuto nel bagno, accuratamente occultato.

Le indagini

Proseguono quindi le indagini della Guardia di Finanza per accertare la provenienza dei cellulari e per capire se siano provento di furti o attività illecite. L’attività è commerciale intanto è stata sospesa. Il commerciante alla richiesta di ulteriori informazioni riguardo ai telefoni ha dichiarato che: “Sono frutto di un regalo”.
Gli oltre 500 cellulari sono stati sequestrati. Il titolare del negozio è stato denunciato alla Procura della Repubblica per ricettazione e sanzionato per non aver rispettato i provvedimenti anti Covid attualmente in vigore.

LEGGI ANCHE LE ALTRE NOTIZIE DI PRIMA SETTIMO

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook La Nuova Periferia

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Prima Settimo: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità